EXPOP 2016: TUTTO PRONTO PER L'ANTEPRIMA ALLA V EDIZIONE, SOLO PER VERI VISIONARI

Mancano una manciata di giorni al'X Factor di Expop 2016, la vetrina di idee, progetti ma soprattutto persone che hanno una visione propositiva e pro attiva per il bene di Milano e che la vogliono raccontare a tutti.

Giovedì 26 maggio 2016, alle ore 18, in quel luogo magico che è il Vivaio Riva, via Arena 7, Milano, incontreremo per la prima volta i primi progetti selezionati per partecipare a questa quinta edizione. 

Allora scopriremo insieme quali visioni brulicano nel futuro di Milano. 

Per unirle tutte sotto un'unica immagine abbiamo scelto un'opera d'arte contemporanea: la riproduzione del dipinto di Elio Nava, Il Venditore di Tappeti Volanti.

"E' una fiaba", mi spiega l'autore, classe 1954, milanese-monzese di Brugherio.

Elio Nava ha all'attivo il primo premio (medaglia del Presidente della Repubblica) dal Museo Nazionale delle Arti Naives di Luzzara, Reggio Emilia, la massima istituzione nazionale voluta dal regista Cesare Zavattini, e che ospita le opere dei maggiori artisti italiani. Per due volte si è classificato al secondo posto della stessa competizione, ha meritato una onorificienza come "Maestro d'Arte Naive" (1997) e poi numerose personali e collettive tra Lecco, Bologna, Morges (Svizzera) e l'importante mostra monografica presso Palazzo Ghirlanda a Milano. 

Un artista di fiabe e di arte naive, coloratissima, con una fine attenzione al dettaglio, che Nava traduce in colpi di pennello come in parole.

Nel 1996 viene pubblicato il  suo primo libro "Le lancette di Spannocchia", un percorso pittorico creato attraverso la favola, dove l'artista concentra le proprie ricerche sul mondo delle maschere e sui carnevali nord europei ed italiani. 

Nell'agosto del 2010 viene pubblicato il nuovo libro "La farfalla di Belfelicello" nel quale l'artista prosegue la grande favola dipinta iniziata in "Le lancette di Spannocchia". Questa seconda parte presenta un ciclo di oltre 30 grandi opere realizzate in diversi anni di lavoro. Un viaggio fantastico tra Venezia e Milano ricchissimo di nuove maschere e nuovi protagonisti che Nava ha scoperto nella sua incessante ricerca” spiega la Galleria d'Arte Busellato con la quale Nava lavora da circa quindici anni. E da qui parte anche il racconto di questo quadro.

Elio Nava, che attualmente è considerato tra i principali contemporanei dell'Arte Naive internazionale, ha realizzato “Il Venditore di Tappeti Volanti”, olio su tela110 cm x 130 cm nel 1998.

"E' una fiaba", mi racconta dal suo studio in via dei Mille, a Brugherio. "Tutto nasce dal mio amore per i carnevali e per le maschere europee. Ho pensato ad un mondo popolato dalle maschere del carnevale, alcune sono vere, altre inventate da me, come Spaventino, il Pescatore di Farfalle, i Belli di Schignano, in Val di Intelvi, i Boves di San Remì della Val D'Aosta, Do Re Mi di Venezia, e poi PinocchioArlecchino. Queste maschere vanno a liberare i bambini che il pifferaio magico ha portato e rinchiuso a BelFelicello."


La fiaba è lunghissima e va bene che manca un mese a Expop... Limitiamoci a dire che costoro affidano ad una farfalla il loro messaggio di aiuto e che quella farfalla vola dalla Germania a Venezia, dove viene catturata dal Pescatore di Farfalle e poi inseguita, a  bordo di una mongolfiera, dalle altre maschere.

"Passano da varie maschere, di varie in città fino a che 'atterrano' sul Duomo dove trovano Malamech, il venditore di tappeti volanti, con i quali ripartono alla volta dei bambini da salvare. Quindi passano da Brugherio, dove sono ospiti di Giulio, il bibliotecario del Comune,  poi vanno in Svizzera da Hansel & Gretel. Sono anni che ci lavoro e non è ancora finito la fiaba", conclude Nava che trovate alla Galleria Busellato (www.galleriabusellato.com) o nel suo studio in via dei Mille 112. 

Di questa immagine esiste un puzzle, creato dalla Cartotecnica Ronchi di Lecco, ci sono cartoline, litografie 50x70 e da oggi pure la locandina di EXPOP che aspetta tutti  al Vivaio Riva, via Arena 7, sabato 25  giugno dalle ore 10 alle ore 20.